LA NOSTRA STORIA

Home / LA NOSTRA STORIA

La nostra storia ha inizio già dal 2000, quando Suor Elena Piccolo, sorella delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore, missionaria da oltre venti anni in Kenya e responsabile della Missione Ithanga, telefonò a Don Giuliano Gaddoni, parroco pro tempore della parrocchia di San Martino di Bertalia a Bologna, dicendogli che aveva bisogno di aiuto. Piangendo gli disse che a seguito di una carestia molti bambini erano denutriti e la maggior parte di loro stava morendo.
Così l’associazione di volontariato Fraternità San Martino di Bertalia Onlus decise tra i suoi obiettivi di dedicare parte delle sue forze all’aiuto della Missione di Ithanga, visto che le richieste d’aiuto dal Kenya diventavano sempre più frequenti. Nell’ ottobre del 2005 fu deciso di costituire una nuova ONLUS denominata Associazione di Volontariato San Martino Missione Ithanga, con sede a Bologna, che si dedicasse solo al sostegno delle Missioni. La nostra Associazione ha come obiettivo primario, l’aiuto alle popolazione disagiate del Kenya. Un occhio di riguardo viene rivolto ai bambini denutriti.

Il nostro lavoro inizialmente era svolto in stretta collaborazione con le suore missionarie in Kenya; loro ci hanno indicato i problemi e insieme abbiamo lavorato per strutturare e portare a termine ogni nostro progetto. In tutti questi anni, abbiamo costruito circa 80 pozzi tra Kenya e Tanzania, mandato macchinari medici necessari sul territorio, come per esempio cinque studi dentistici e un’incubatrice, creato una rete di collaborazione con medici italiani, che quando possono si recano in Kenya per fornire aiuto curando dei pazienti, ma anche per formare i medici del territorio. Crediamo, infatti, che sia importante rendere la popolazione autonoma e per questo in collaborazione con i missionari, abbiamo cercato insegnare delle professioni. Abbiamo anche inviato due container con attrezzature e generi di prima necessità grazie all’aiuto di tanti benefattori. Siamo stati attivi non solo in Kenya ma anche in Tanzania, partecipando alla costruzione di un orfanotrofio, tramite la donazione di arredi ma anche tramite il sostegno di spese mediche per i bambini ospitati. Negli ultimi anni abbiamo partecipato alla costruzione di una seconda ala del Dispensario di Ithanga, un piccolo ambulatorio che si occupa tra le altre cose di fornire un posto sicuro in cui permettere alle donne di partorire; l’ospedale più vicino dista due ore di viaggio. La seconda ala è stata pensata per allargare il reparto neo-natale e fornire maggiore assistenza non solo alle madri ma anche ai piccoli nati.

Nel tempo poi, la conoscenza del territorio e delle comunità locali ci ha permesso di diventare sempre più autonomi ed inseriti. La Scuola di St. Paul di Isiolo, per esempio è gestita interamente dalla nostra associazione, in relazione con la comunità locale e il governo del Kenya e rappresenta il nostro principale progetto attivo.

A dicembre 2016 abbiamo costituito una ONG in Kenya, ciò ci permette di essere presenti sul territorio in maniera ufficiale e riconosciuta, aprendo la possibilità di allargare il progetto della scuola di St. Paul, ma anche di collaborare con il governo nella realizzazione di nuovi progetti.

Quello che noi in Italia invece possiamo fare per loro, è raccogliere fondi per permettere che il progetto della scuola continui a sopravvivere, garantendo il mantenimento dei nostri impegni, con la speranza di poterne mettere in pratica altri molto presto.

Possiamo dunque riuscire a fare questo, anche attraverso l’organizzazione di eventi che ci permettono di sensibilizzare le persone, facendoci conoscere, facendo conoscere le adozioni a distanza (per noi sostegno fondamentale), la nostra attività di gestione della scuola, ma vivendoli anche come occasione in cui illustrare i progressi fatti e dove/come sono stati investiti i soldi donati.

I frequenti viaggi fatti da alcuni nostri volontari ci permettono di verificare lo stato di avanzamento dei progetti, di cercare di capire sempre più le esigenze di questa gente, per mirare i nostri aiuti dove il bisogno è maggiore e in maniera produttiva. Inoltre servono anche per alleviare per qualche giorno il personale impegnato nella gestione delle attività, aiutando nella distribuzione del pasto, di sostegno delle attività scolastiche ma soprattutto dell’organizzazione della festa con succo e biscotti e dei giochi con i bambini nei momenti di ricreazione.

 

DONAZIONI

Ithanga sopravvive e opera solo grazie alle vostre donazioni. È possibile donare tramite le adozioni a distanza, tramite i micro-progetti oppure anche fare una donazione singola in un’occasione speciale.

ADOZIONI A DISTANZA

Da sempre l’associazione viene sponsorizzata anche grazie alle adozioni a distanza, che per anni hanno contribuito alla gestone della scuola e il migioramento degli ambienti.

MICROPROGETTI

Oggi tramite Ithanga sono attivi diversi MICRO-PROGETTI, ma non meno importanti, per sostenere i nostro bambini.

LA FELICITÀ STA NELLE PICCOLE COSE

Se vuoi vivere e vedere tu stesso cosa facciamo, ma soprattutto giocare e urlare a squarcia gola con un centinaio di bambini increduli e meravigliati, parti con noi!

Potrai scoprire, meravigliandoti insieme a loro, quanta gioia sia possibile provare.

0
Save Life
0
Donate Heart
0
Donate House
0
Donate Money